Inside Out Contemporary Dance

5 ottobre – 16 dicembre 2018

E’ un progetto che intende realizzare iniziative di cultura individuale e partecipativa, volte a fornire possibilità inusuali di fruizione dell’evento performativo, grazie al contributo di docenti, coreografi, danzatori e mediatori culturali già operativi all’interno della struttura Balletto di Roma. Attraverso una selezionata presentazione del repertorio della compagnia, oltre a workshops, conferenze, residenze dei giovani allievi dei corsi professionali e più in generale “open day” in cui svelare i processi di lavoro legati alle varie creazioni, è stato creato un “format” originale che ha lo scopo di fornire strumenti di elaborazione dei temi legati al contemporaneo, utili per potenziare le possibilità di fruizione di un pubblico eterogeneo, anche di non addetti ai lavori.

5 ottobre h. 13.30: prova aperta di HU_Robot (co-produzione LIS_LAC Lugano Arte e Cultura | Ariella Vidach/Aiep).

HU_Robot debutterà in prima mondiale il 2 novembre al LAC di Lugano. BdR ha affidato a Vidach, Premio Svizzero della danza nel 2017 insieme a Prati, la creazione di una produzione che approfondisce un nuovo asse di ricerca: un’indagine sulla relazione tra danza, tecnologia e interattività.

6 ottobre h. 17.00: prova aperta di HU_Robot. A seguire incontro con i coreografi Ariella Vidach e Claudio Prati.

18 ottobre h. 11.00: presentazione del progetto di cooperazione CLASH! When classic and contemporary dance collide and new forms emerge”.

12-17 novembre h. 15.00/16.30: LABORATORIO SUL CORPO POETICO, di Emanuele Burrafato (residenza + incontro finale con il pubblico sabato 17 novembre). All’allievo, invitato ad abbandonare momentaneamente i precetti della formazione accademica, sarà richiesto di esplorare la propria intimità e di evidenziare la corrispondenza fra i moti interiori e l’espressione formale del movimento, in un flusso che alterna rigidità a dinamiche plasticità liberate. La ricerca di un equilibrio tra una dionisiaca libertà e un apollineo rigore, condurrà a una pratica del corpo – quindi a un’osservazione in tempo reale – sentita e non performativa, quell’inarrestabile flusso emotivo e corporeo che definisce il “corpo poetico”.

24 novembre h 13.30: prova aperta di ARCAICO (co-produzione Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee). Arcaico di Davide Bombana ha debuttato l’8/05 alla Stazione Leopolda di Firenze, nell’ambito del Festival Fabbrica Europa. L’incontro tra danzatori e la poliedrica musicista Katia Pesti con l’accompagnamento vocale del cantante africano Gabin Dabiré, ha consentito di creare una produzione originale in cui danza contemporanea e senso degli antichi rituali si fondono.

25 novembre h. 17.00: prova aperta di ARCAICO e a seguire incontro con il coreografo D.Bombana e i musicisti. Presentazione del mini-documentario realizzato dagli studenti della Sapienza Università di Roma nell’ambito di un laboratorio a cura di Chiara Crupi. Introduce la Direttrice Artistica Francesca Magnini.

26 novembre-1 dicembre h. 15.00/16.30: LABORATORIO ONE BY ONE di Pablo Tapia Leyton (residenza + incontro finale con il pubblico sabato 1 dicembre). Si tratta di un’esperienza d’improvvisazione in danza, che si articola partendo dalla relazione di un danzatore con uno spettatore, uno a uno per l’appunto. Mediante la creazione di dispositivi d’improvvisazione, ogni danzatore produrrà una gamma di materiali corporei per interagire con lo spettatore, che avrà la facoltà di scegliere quale materiale vedere (o meno), oltre all’ordine nel quale questi materiali verranno eseguiti.

6 dicembre h. 11.00: conferenza “Corpo rituale e corpo tecnologico: quali relazioni possibili?”. Intervengono i Consulenti Scientifici del BdR, Prof.Vito di Bernardi (Doc. Storia della Danza, coordinatore del gruppo di ricerca in danza e nuove tecnologie del Dip. Storia dell’Arte e Spettacolo della Sapienza Università di Roma) e del Prof.Luca Ruzza (Doc. di Scenografia Virtuale ed Elaborazione digitale dell’immagine, Direttore dell’Open Lab Company, centro di sperimentazione e produzione di performance e architettura teatrale), a cura della Direttrice Artistica Francesca Magnini.

15 dicembre h. 13.30: prova aperta di INTRO. Azione coreografica a cura di Andrea Costanzo Martini con i danzatori del Balletto di Roma, promossa dal Network Anticorpi XL, che ha debuttato il 15 settembre a Ravenna, Teatro Rasi, nell’ambito del Festival Ammutinamenti. A seguire presentazione del mini-documentario realizzato dagli studenti della Sapienza Università di Roma – sul lavoro di Davide Valrosso “Sogno, una notte di mezza estate – nell’ambito di un laboratorio a cura di Chiara Crupi.

16 dicembre h. 16.00: prova aperta di INTRO (Andrea Costanzo Martini). A seguire tavola rotonda sulle nuove traiettorie de “La Rete che Danza”, con Giulia Melandri, coordinatrice Prove d’autore XL e esperti attivi nell’ambito delle azioni del Network Anticorpi XL per una cultura della danza d’autore in Italia. Introduce e coordina la Direttrice Artistica Francesca Magnini.

A cura di Balletto di Roma

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria info@ballettodiroma.com 

Il programma potrebbe subire variazioni

2 Prossimi appuntamenti

Ordina per